domenica 7 novembre 2010

Arranca-Mente

...A te che sei
Essenzialmente sei
Sostanza dei sogni miei
...Che sei una roccia sei una pianta sei un uragano
Sei l’orizzonte che mi accoglie quando mi allontano
A te che sei l’unica amica
Che io posso avere
L’unico amore che vorrei...
[Jo]

Madonna com'è dolce Jo quando parla della sua donna. Mi fa sognare questa canzone.
E Max Formichina che pontifica.......per lui esiste una spiegazione a tutto, è un illuminista dei tempi moderni in ritardo di un paio di secoli sui suoi padri fondatori.
Amori, passioni, ideali....vita!
Millenovecentosettantasette, diciotto anni e la scuola occupata. 
In piedi sulla sedia arringo i pochi che hanno voglia di ascoltare. 
Non ho capito un cazzo della vita ma sono convinto di aver già compreso tutto.
Duemiladieci, domenica mattina. In una giornata grigia mi ritrovo a correre una non competitiva nelle basse veronesi. Kilometri sull'erba con il pantano che si appropria della spinta elastica e le gambe che affondano. Vorrei fermarmi perché più che correre arranco, non ho più la rabbia dei diciotto anni, ma al contrario di allora ora è la fatica ad appagarmi. Non mi piacciono più nemmeno queste corsette dove i camminatori si schierano a ventaglio, rompendo i maroni a chi vuole distendere la falcata.
I dieci k sbandierati sulla locandina alla prova del gps si riveleranno meno di nove, ma più che infastidirmi questo particolare suscita in me un sentimento di gratitudine nei confronti degli organizzatori.
Mentre sono in fila al ristoro in attesa che una bella signora mi allunghi un panino, un attempato ciccione si fa largo a gomitate e con gli occhi iniettati di sangue allunga un braccio verso il ricco vassoio. Una volta non sarei stato zitto, ora invece mi limito a fulminarlo con lo sguardo, tanto ormai quello non avrà più il tempo per imparare l'alfabeto della convivenza.
Uniche parole esclamate stamattina: "un biglietto, grazie."
Differenza dal settantasette? 
Anche adesso non ho capito un cazzo della vita.....però ne sono pienamente consapevole.
...

9 commenti:

  1. è un mistico, quello! se sapesse anche cantare....

    RispondiElimina
  2. guerriero musicale7 novembre 2010 15:24

    scusate, non vorrei fare il saputello, ma quella canzone jovanotti l ha dedicata all unico suo grande amore della sua vita; la musica!!meditate gente, meditate.un abbraccio a tutto il bradyteam w la f... ciao

    RispondiElimina
  3. A me risulta che la canzone sia dedicata alla moglie ed al loro amore ritrovato. Non fosse così.....sarebbe bella uguale.

    Io Jo (con la J, non con la Y...) non l'ho mai considerato. Poi ho visto un suo concerto in Arena (gratis, of course).....bellissimo.
    E comunque stona meno di Nevruz.

    RispondiElimina
  4. C'era un ciccione all'inaugurazione della Caraffetta di Mon Capiteine, un vero lurco.
    Che sia lo stesso animale??

    RispondiElimina
  5. Non tutti i CICCCCCCIONI sono come quello descritto, anzi a volte è vero il contrario.

    Non ridere Guerriero: Slug non è a conoscenza delle tue confidenze e io sono muto come un pesce :-))).

    RispondiElimina
  6. Oggi assieme ad alcuni temerari, abbiamo pedalato in ricordo di Luca, un amico ciclista sfortunato,Bradypusteam presente!Ciao a tutti(foto Team Focus blog).

    RispondiElimina
  7. Bravo Salumier, sei stato coraggioso perché il cielo era minaccioso.
    Siamo rimasti gli unici agonisti del Team...

    RispondiElimina
  8. bello il post,
    ma il tuo ultimo commento svela che sei rimasto quello che eri:
    un provocatore!

    RispondiElimina
  9. Scusami Vinicio, hai ragione.
    Mi stavo dimenticando di Max Formichina.

    RispondiElimina