lunedì 30 maggio 2011

Fatti non foste a correr come bruti

Fatti non foste a correr come bruti
ma per magnar fin a perder canoscenza

L'idea di andare a correre non mancava, così come la voglia.
L'ora tarda, il frigo pieno, il profumo che oltraggioso dal pian di sotto sale, mentre fresco il Durello altro non chiede che d'esser liberato da quella metallica gabbietta che gl'intrattiene il sughero.
E quella che fino ad un attimo prima parea medicina per lo spirito irrequieto, or si trasforma in malefico veleno.
Lacrime di coccodrillo ad onorar pietanza
visibile gonfior a trabordar la panza.
...

3 commenti:

  1. madonna se mi ci riconosco.......

    RispondiElimina
  2. Mattinate rigonfie di slanci....

    RispondiElimina
  3. Prevision di du quintalati sulla Peri Fosse.

    RispondiElimina