giovedì 19 agosto 2010

Reattivo

Frutta e yogurt, una cena virtuosa per un atleta virtuale.
Ma le molecole privilegiate non sono sufficienti per oliare i polpastrelli e così non mi resta che reintegrare i sali minerali dispersi stasera sul percorso di San Zeno con una fresca lattina di Moretti "e si sbombi dut!".

Superando l'incertezza piombo al parco con intenzioni pacifiche. E così sarà per la sgambata di stasera (12 k) con l'ultimo ed unico k reattivo in 4'38".
Si suda in abbondanza, ma non c'é quell'afa oltranzista che ti spreme come un limone.
E' un caldo gentile quello che mi tiene compagnia per un'ora e spiccioli. La ripetitività dettata dall'anello di un solo k costituisce un pericolo per la forza di volontà, tentata di mollare ogni volta che sorpasso la linea di partenza.
Fortuna che runners calorose bilanciano i cattivi propositi fornendo altrettanti stimoli positivi.
...

3 commenti:

  1. Lo so di darti un dispiacere ma in 4'38" ho corso solo l'ultimo k, quello che di solito ti accorcia la vita.
    Magari.......

    RispondiElimina
  2. guerriero invidioso20 agosto 2010 19:21

    troppo umile, splendido 40 enne mandi

    RispondiElimina