lunedì 6 febbraio 2012

Stile Dannunziano

Chi ha inventato lo stile a rana dev'essere stato un depravato, perché rimanendo in scia si apre un mondo Dannunziano.
Lui é lì, a portata di mano.
Lo puoi guardare, analizzare, studiare.  Puoi immaginare e fantasticare.
Ti verrebbe voglia di stringerlo tra le mani, ma ahimè quel ben di Dio non lo puoi toccare.
E allora fanculo, metto la freccia e rischio la vita sulla corsia di sorpasso.
Toh, adesso guardati il mio di culo. Lumaca!
Spingo bene, fluido, sciolto, veloce.
E la frequenza delle bracciate si impenna ogni volta che arriva il momento del doppiaggio.
Perché quella femmina deve sapere che oggi il mio record sulla distanza olimpica dei 1500 metri é stato frantumato.
...

3 commenti:

  1. questo post è pura poesia

    (dannunziana, ovviamente!)

    :)

    RispondiElimina
  2. guerriero biricchino7 febbraio 2012 18:30

    io sarei rimasto in sciaaaaa,se valeva la pena

    RispondiElimina
  3. Venere Callipige in una oscena
    posa. Scolpiti ne'1 tondeggiamento
    de' lombi stan due solchi; ampia la schiena
    piegasi ad un profondo incavamento.
    G.D'Annunzio "Argentea"
    Il Vate fa capire perchè da li mai mi sarei mosso.

    RispondiElimina