venerdì 2 maggio 2014

L'ultimo dei Post

Abito al sesto piano. Troppo.
Il Nafta sta al terzo. Fanculo.
Mangiafuoco vive in una casetta a schiera, é quello che sto cercando.
Voglio gettarmi dalla finestra, ma nemmeno il piano terra di Mangiafuoco può fare al caso mio. Il quartiere degradato dove é costretto a vivere impone di rendere inservibili le finestre con delle inferriate spesse come le cosce del Nafta.
La sequenza inarrestabile inizia ieri di buon'ora con il raggio scancanato, poi l'addio allo smartphone, la banconota da dieci ed infine ieri sera il crash con la macchina nuova.
Invio la denuncia di sinistro alla mail dell'assicurazione on line. Chiamo per rassicurazioni.
Sei o no una Assicurazione?
Non gli risultano polizze per la mia povera Punto. Nella disperazione ho perfino sbagliato a scrivere il numero di targa.
Intanto si fa vivo Mirco da una breve quanto immeritata vacanza:
- Papà, ma com'é che sei sempre irraggiungibile?
- Sapessi....una tragedia. Sa vuto?
- Ho fatto un incidentino con la Skoda. Robettina soft, però...."
Tento di inserire la sim dello smartphone nel muletto, ma la scheda é mignon ed il telefono da australopithecus non può accettarla.
Piove a dirotto, vado a piedi al negozio Vodafone di corso Milano per cercare un adattatore.
Chiuso per ristrutturazione, arrivederci al 9 maggio.
Vivo in una progressione geometrica che potrebbe in breve cancellarmi dall'elenco dei blogger.
Intanto mi butto avanti con il titolo, cercando con tutte le forze di tenermi aggrappato alla tastiera del notebook.

5 commenti:

  1. Dopo la salita c'è sempre la discesa.
    Take it easy...

    RispondiElimina
  2. Eh no é !
    Non tirarmela che è la volta buona che mi si rompono i freni...
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 'azz! e' vero...non ci avevo pensato :O

      Elimina
  3. Cavolo Iron, per fortuna è arrivata la sera e come dice la canzone "una bella dormita e passa tutto"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristo Santo, quando mi chiami Iron mi fai impazzire

      Elimina